Categorie
Giaglionese-Italiano

boutal

(s. m.)  botte, barile; tiřê lou vin dou boutal spillare il vino dalla botte; lou boutal dou nêř la botte del vino rosso ; lou boutal dou boun la botte del vino di prima qualità; lou boutal dou veurt o dou secoun o de la piqueta la botte del vino più scadente fatto con l’uva meno matura; lou boutal dou torts ; la botte del vino torchiato; lou boutal dou blan la botte del vino bianco; lou boutal de dùveus brìndeus, d’ina tsardza la botte da due brente, un carico (100 litri); faře gouèisê lou boutal fare dondolare la botte con l’acqua per lavarlo e ripassarlo internamente su tutta la parete; bitê la cadèina pèr gavê la raza mettere la catena per staccare il tartaro; lou boutal èiclèinî botte con le doghe un po’ aperte; boumbê lou boutal gonfiare le doghe con acqua per serrarla; razê lou boutal riempire la botte e controllarla sovente; lou boutal ou soune lou vouèit si sente il rimbombo del vuoto battendo sulla botte; lou boutal ou seun l’èisouit, de prî, de breusc la botte ha il gusto dell’asciutto, del marcio, dell’acido.

Le parti dou boutal: le doùeus le doghe; li foun i fondi; li serclò i cerchi; l’ardzablèiřa incastro tra fondo e doghe; les ourlheus due doghe più lunghe per spostare la botte; lou tapoun tappo per chiudere la parte superiore; la tapounieřa foro per il tappo o l’arbineut; la brotsa piccolo foro sulla sommità per controllare se il vino è diventato chiaro; l’arbineut il rubinetto; èipoulin tappo della cannella.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

20 − 2 =